FrontPage Forums Motociclisti NetRaiders Habemus Cerbero Re: Habemus Cerbero

#58581
Gunny
Partecipante

Arriva la mattina, io alle 7,30 ero gia’ in box a scaldare cerbero per andare a far benzina mentre rientro squilla il telefono, era il Cocco che mi chiedeva a che ora ci vedevamo per fare la strada insieme fino all’appuntamento(9.30) perche’ era piu’ tranquillo.

Carico la borsa la signora e via per Carsoli dove ci saremmo incontrati con ill grande Pablito e Micia e Pilotino family, in autostrada non superavo piu’ di 130 km come se stessi facendo il rodaggio o ferse chissa che’cosa, appena arrivati alzo la sella e subito vado a toccare il regolatore effettivamente era tiepido nella norma e il telaio comincaiava ad essere caldo, mentre facevo questa manovra il Coco mi dice” pensa che questa notte pensavo ad uno statagemma per il raffredamento, si potrebbe mettere una ventolina di raffreddamento di un pc sul regolatore!” io lo guardo e gli dico “ma scusa la notte e fatta per tro…….are e non per pensare alle ventoline” :-)))))))

Cosi appena colazionati ci mettiamo in viaggio, cominciamo a salire e io come un ebete dicevo a Nessy ” guarda che bel panorama, che bella vallata, che bei colori. etc. etc.” come se quella strada non l’avessi mai fatta, era la velocita con cui la facevo che era diversa,e la signora mi diceva” pensi di fare tutta la strada cosi o cosa?”, cosi quando siamo arrivati verso la centrale eolica e si comincia a salire, io mi fermo controllo sempre il regolatore (intanto loro li avevo mandati avanti) e poi riparto e alle prime curve dico a Nessy ” ok faccio cinque curve e rallento” la Signora si mette in posizione aereodinamica e comincio ad aprire il gas, poi e come se si fosse sbolccato qualcosa e ogni tanto mi partiva la rufa cavallina e andavo, andavo, andavo.

Cosi siamo arrivati a Pescara ci siamo messi con i piedi sotto il tavolo e abbiamo degustato il pesce della zona.

Al ritorno in autostrada notavo che il consumo era stato minimo e lo facevo presente alla mia signora che per tutta risposta mi dice nell’interfono” per forza che hai consumato poco, si andava ad andatura PODISTICA, un altro po’di strada cosi e cadevo di sotto per il sonno”.
Arrivati a casa leggevamo 450 KM fatti di splendita compagnia, curve, panorami, mangiate. Grazie a tutti