FrontPage Forums Motociclisti NetRaiders serata manutenzione (lungo) Re: serata manutenzione (lungo)

#59666
fable
Membro

Arriva il momento clou della serata: con un attrezzo autocostruito
appositamente il sapiente ing. Sputazzi si offre di bilanciare i
carburatori. Montiamo quindi una “flebo” con un treppiede a cui è legata
una bottiglietta riempita di benzina che viene collegata al rubinetto,
mentre viene appoggiata al muro un’asse di legno su cui sono siliconati
due lunghi tubicini contenenti del mercurio per un’attenta misurazione.

Beh, non posso che rimanere sbigottito verificando l’effettiva
funzionalità dell’aggeggio quando viene collegato al tubo di depressione
del carburatore (uso termini a caso, non ho idea di cosa vada fatto) e
messa in moto la motocicletta. Il mercurio indica il livello proprio in
corrispondenza di un segnetto sull’asse e, agendo su una vite posta
sotto l’airbox e apparentemente inarrivabile, l’eccellentissimo ing.
regola il livello perchè sia uguale per entrambi.

Ancora stupefatto, aiuto a smontare e riporre la preziosa attrezzatura e
ci accingiamo a cambiare l’olio dei freni. Anche qui l’esperienza del
coraggiosissimo ing. ha la meglio sulle profane conoscenze tecniche del
volgo, infatti non viene adoperato un banale tubicino di gomma ma una
siringa con tubicino che permette tutta una serie di vantaggi che non
sto qui ad elencare.

Pompiamo rapidamente via il vecchio olio, ormai di colore nero
praticamente, e aggiungiamo un trasparente dot4 alle vaschette, prima
posteriore, poi anteriore. Poichè l’operazione sembrava troppo facile
decido di complicare un po’ il tutto, calciando inavvertitamente il
flacone d’olio ancora aperto, che va a sporcare la scatola degli
attrezzi. Segue quindi il lavaggio e l’accurata asciugatura di ogni
singolo arnese custodito nella preziosa scatola, tralasciando l’ovvia
crisi isterica dell’inalberato ing. alla vista dello scempio.

Radio Nostalgia anni 70 ci avvisa dell’ora tarda e rimontiamo
rapidamente le sovrastrutture della moto, che viene chiusa e
parcheggiata fuori dall’officina. Si esegue quindi il lavaggio della
attrezzatura, della sala operatoria ed il travaso dell’olio esausto nei
flaconi, che verranno riutilizzati per oliare le catene dei piccoli enduro.

Purtroppo credo di essermi dilungato eccessivamente ma la narrazione non
permetteva di tralasciare alcun particolare e tanto dovevo
all’onestissimo ing.
Il costo dell’intervento è calcolato in qualcosa come 200-210 passaggi
gratuiti del Gas Gas sul carrello, come sapientemente l’eminentissimo
ing. endurista ha comandato.