Visualizzazione 0 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #157311
      Scal
      Partecipante

      E’ da molto tempo che non entro in questa casa dove tutto è iniziato nel lontano 2001. Essere un Netraiders ha reso bella e migliorato la mia vita . Spirito di gruppo e amicizia, un ambiente completamente diverso dalle piccolezze e competizioni della vita e del lavoro, con la moto come filo conduttore e un fantastico sociale variegato e allargato.
      La moto, inizialmente la Transalp, una moto facile e inclusiva come lo spirito del gruppo, la mia vita e i mie amici,au 2 rote, le moto mi hanno accompagnato da quando avevo 16 anni:
      • Una Lambretta del 1953
      • Benelli T900
      • Harley Davidson (Aermacchi) 350
      • Kawasaki DR600, con cui ho iniziato ad andare per sentieri
      • Yamaha 750
      • Transalp 650 , era il 2001 ed è stata una svolta motociclistica e umana.
      • La mitica Riccia Gilera RC 600 figlia dello spirito Net promosso dal mitico Fugzu, passato per Jack e attraverso me arrivata in Cadore da David. Con la Ricca ho consolidato il mio desiderio di enduro anche se con poca capacità
      • Il kTM 400 mai saputo guidare bene, ma con cui ho affrontato le gioie e i Timori più grandi insieme a fantastici compagni
      • La mitica V Strom una moto che ha superato tutte le aspettative.
      • Ancora una Transalp densa di sentito vissuto e piena di significato, molto cara ai net storici. La moto è rimasta sempre nelle Marche ad accogliermi al mio arrivo
      • Yamaha Tracer 900 nel 2018 ha preso il posto della V Strom, la prima moto al di sopra delle mie possibilità, mentre con la V strom spesso stressavo la moto al massimo, la Tracer portava me al mio limite,.
      Epilogo
      Con la Tracer ho fatto in tempo a percorrere esuberanti 8.000 km, ma già a fine 2018 trovavo una certa difficoltà nelle partenze, andando piano in coda e nel fermarmi, difficoltà che all’inizio imputavo alla ciclistica della moto, per cui ho cambiato il mono e facendola perfetta, sono comunque stati 8.000 km entusiasmanti spesso in compagnia di un amico fantastico, il mitico Biros (Lorenzo), con cui avevamo pianificato uno splendido pensionamento denso delle nostre passioni: la moto, la montagna, i viaggi, la meccanica, e iniziare a lavorare il legno. Nel 2019 in autunno ho iniziato un percorso di ospedali e neurologi che magari professionalmente, ma molto impersonalmente mi ha condotto alla diagnosi finale, una malattia finora sconosciuta, all’inizio quasi rassicurante Parkinsonismo Atipico, cosa voi che sia, abbiamo esempi longevi che mostrano una qualità di vitq decente : Cassius Clay, Vincenzo Mollica ecc..
      Purtroppo Atipico è denso di significato, può significare molte malattie sconosciute e implacabili. Nel mio caso significa MSA-C Che dietro una sigla nasconde il significato di “Atrofia Multisistemica Cerebellare” che ha un decorso molto rapido nel compromettere prima l’equilibrio impedendo di camminare con le proprie gambe e poi tutti i muscoli volontari e involontari compresa la respirazione. Ad oggi, parlo con fatica ( brutta sensazione per un logorroico quale ero) ma soprattutto ho capito che quando si esprimono desideri bisogna specificare bene, infatti alle stelle cadenti avevo chiesto di passare una vecchiaia su 2 ruote, e li non ci siamo capiti, e mi aspetta una 2 ruote, ma una sedia a rotelle.
      Quindi per essere efficaci all’estremo, con profondo dispiacere vendo la Transalp, che per il suo vissuto, che molti di voi conoscono, e che una sopravvissuta vena romantica avrebbe piacere che finisse a un net o ad un amico dei Net. La moto è in vendita su subito.il Honda XL 650 V Transalp – 2006 – Moto e Scooter In vendita a Ancona (subito.it) “ per i net e amici dei net sono disposto a migliori soluzioni.
      Naturalmente incontro volentieri ogni net a patto che sia disposto a spingere una sedia a rotelle!

Visualizzazione 0 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.