FrontPage Forums Motociclisti NetRaiders Per gli enduristi – SENZA PAROLE

  • Questo topic ha 23 risposte, 20 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 17 anni, 3 mesi fa da Peko.
Visualizzazione 23 filoni di risposte
  • Autore
    Post
    • #44370
      Bierhoff
      Partecipante
    • #56649
      tonimang
      Partecipante

      ….porca miseria…..

    • #56650
      zivas
      Partecipante

      Mi sembra esagerata come reazione.
      Uno dei motivi per cui non amo più l’enduro è anche questo, cioè non la paura ma la consapevolezza che non si deve andare nei sentieri dei parchi perchè vietato dalla legge, una legge secondo me giustissima.

      Certo, da lì al dire di rompere le ossa a chi trasgredisce ce ne corre!!

    • #56652
      Marco74
      Partecipante

      azz ….

      ma è Gunny … quello in foto … con l’asse chiodata in mano????

    • #56655
      Fugzu
      Membro

      Questa è una delle tante reazioni provocate prevalentemente da due fenomeni: l’imbecillità e la stupidità.

      La prima colpisce coloro che vanno in fuoristrada come se fossere i padroni del mondo che partecipano alla competizione che mette in palio i testicoli di chi arriva secondo, la seconda colpisce coloro che, emuli di trasmissioni becere in tv dove durante i dibattiti facilmente si viene alle mani anzichè ragionare.

      Giorni fa parlavo con un professore univ., un luminare dei polmoni appassionato di caccia che per mezz’ora ha disquisito sul fatto che lui era un cacciatore ecologico, di quelli che non sparano a tutto e tutti ma amano il contatto con la natura e rispettano la preda. Quando ho detto che in fuoristrada incontro spesso cacciatori non mi ha neppure fatto finire di parlare ed è partito con una filippica sugli enduristi ed i danni che fanno nel bosco. Ho preferito glissare, anche per motivi diplomatici, ed evitare di dirgli che forse lascerò qualche solco nelle strade dei boscaioli (dove peraltro passano mezzi cingolati) ma è niente in confronto al tappeto di bossoli che spesso incontro lungo questi sentieri.

      Amari polverosi lamps

    • #56657
      Harneck
      Membro

      NO COMMENT…..

    • #56658
      zivas
      Partecipante

      Parole sante, Fugzu!

      Oltre a lasciare bossoli e pallini in giro per i boschi, i cari cacciatori si prelevano qualcosa che è di tutti e che ce n’è sempre di meno…mi stupisce che proprio loro si sentano in diritto di criticare i motociclisti che sicuramente fanno molti meno danni dei cacciatori!

    • #56662
      fable
      Membro

      no comment, credo che certe idiozie si commentino da sole

      il vero problema è che ci trattano come degli assassini!

    • #56675
      macellocastello
      Partecipante

      sono solo delinquenti comuni e come tali adrebbero trattati …in un paese civile… ma in Italia:((((
      enduristi, cacciatori, fungaioli, … sono gli stronzi di ogni categoria che creano danno agli altri!!!!!
      molti di voi sanno che abito in piena zona caccia, alle volte capita che qualche cacciatore chieda il permesso di parcheggiare sulla carraia (per altro mai negato)… altre volte( purtroppo sempre più spesso …)capita che siamo svegliati alla domenica mattina dai pallini sul tetto e sugli scuri…..
      come fruitore delle mule in zona (chiamarmi endurista sarebbe un’offesa agli enduristi) non ho mai valicato un divieto se segnalato in modo opportuno ed ho sempre evitato di attraverssare un campo coltivato….. MA CHE CAZZO… E’ COSI’ DIFFICILE ESSERE CIVILI????????????

    • #56678
      Pablito
      Partecipante

      Mi spiace doverlo dire ma credo che l’unica risposta possibile per quell’idiota del Fronte di Liberazione della natura sarebbe la legge del contrappasso.
      Certi idioti sono troppo pericolosi ed andrebbero SERIAMENTE perseguiti.

      Che poi nulla sia mai bianco o nero è verissimo ma certe manifestazioni deliranti andrebbero stroncate sul nascere, qualunque sia il motivo che le ha scatenate (altro che garantismo…)

    • #56688
      trombetta
      Membro

      Senza parole…

      P.S. sisisi…quello sotto sembra proprio Gunny!

    • #56711
      BLADERUNNER
      Partecipante

      A rischio di essere monotono ( LA MAMMA DEGLI IMBECILLI E’ SEMPRE GRAVIDA )

    • #56715
      Biros
      Membro

      Sono d’accordo con il manifesto, meglio, a una parte di questo.
      Soprattutto ai punti Attenzione e Non ci sono scuse.
      Infatti dopo aver ricambiato degnamente cotanta ospitalità con gli interessi è meglio fare quanto suggerito al punto Attenzione.
      Come non essere d’accordo poi con il punto NON CI SONO SCUSE. Soprattutto considerando che le tasse le paghiamo anche noi….. o forse solo noi.
      Bah, vado a pulire la motina….
      Ciaooooo

    • #56718
      Decibel
      Partecipante

      Evito ogni commento ma non posso esimermi dal riconoscere anche io lo zio Gunny in divisa!!!!

    • #56727
      Emi
      Membro

      sinceramente mi è capitato una sola volta di incontrare dei crossisti nel bosco..e quella unica volta ce l’ho ben impressa perchè un paio di cretini mi hanno quasi arrotato :-/ Certe reazioni sono esagerate ma sono dettate da un malessere di fondo dove la colpa in parte è proprio di alcuni (e sottolineo alcuni) cretini che si credono padroni del bosco..più o meno come capita su strada con gli emuli di valentino. Ciò non toglie che quando faccio delle passeggiate nel bosco, sentire delle moto che sgassano mi infastidisce, e se possibile cambio bosco :-PPPPPPPPP ciau! :-)

    • #56745
      Gunny
      Partecipante

      CAro zivas non sono daccordo su quello che dici sui cacciatori solo perche’ sei contro la caccia, e cmq se prelevano qualcosa e’ perche hanno una regolare autorizzazzione e non come i bracconieri,e non e’ colpa dei cacciatori se c’e’ ne e’ sono sempre meno , ma hai mai visto quanto pesticida danno gli agricoltori e poi buttano le taniche vuote nei canaloni, oppure quando successe di Cernobyl , gli animali provienti da qualle parti erano tutti contaminati e che dire che in finlandia uccidono gli storni ( che da noi sono protetti)con il veleno e con le ruspe li sotterrano, e che dire che quando gli animali nella loro migrazione arrivano sulle coste e trovando palazzi e palazzi e ville non sanno dove fermarsi continuando la loro corsa e cosi via dicendo, vedendo i capeggiatori o vacanzieri della domenica che lasciano avunque tonnellate di immondizia e via dicendo, cmq cari amici io non metto le tavole chiodate, IO sparo sulle gomme, dei motociclisti…:-)))))))))))))P.S tanto a me non mi prendono….. ma bando alle ciance, WWWWW la GNOCCCCAAAAAAAAAAAAAAAA

    • #56750
      giampa
      Membro

      TUTTO é VELENO NULLA é VELENO DIPENDE SOLO DALLA QUANTITà…i cacciatori pagano la loro tassa ed hanno il diritto di andare a cacciare quelle prede che sono in eccesso o che vengono liberate dalle società venatorie, un pò meno diritto hanno di lasciare cartucce di plastica e immondizie varie in giro, ma soprattutto di violare i fondi e le proprità private come fosse casa loro. gli enduristi pagano il bollo ed hanno il diritto di andare in tutte le strade bianche, mulattiere o carraie che vogliono purchè siano statali comunali o vicinali, un pò meno…anzi a mio avviso VIETATISSIMO di andare in parchi (nei parchi si deve andare solo a piedi e con lo zaino in spalla e fare silenzio e salutare a voce bassa chi si incontra e permettere a tutti di godere delle bellezze della natura in santa pace!!!), in strade e fondi privati magari coltivati, salutare i contadini che si incontrano in segno di rispetto per aver attraversato i loro territori che spesso manutentano loro a loro spese in quanto i comuni sono spesso latitanti.IL VERO E GROSSO PROBLEMA è sempre il nostro stato bianco rosso o verde che sia, non esistono normative a riguardo e non sappiamo mai il sentiero che stiamo percorrendo se sia consentito oppure no. Se la strada è comunale provinciale statale o vicinale e NON è parco a MIO avviso DEVE essere percorribile!!!!!!!!

    • #56751
      giampa
      Membro

      a dimenticavo…dal momento che si paga il bollo,la forestale (che spesso e volentieri si preoccupano solo di fare dei gran giri in Jeep contribuendo pure loro quando c’è bagnato a far danni) e gli organi competenti devono provvedere a mantenere percorribili tali strade come è diritto per gli automobilisti avere un buon manto stradale….Ho esagerato? io credo di no…c’è posto per tutti basta saper convivere. Spero inoltre che quella lettera sia solo una provocazione per sensibilizzare le forze dell’ordine a prendere provvedimenti in quanto mi pare di aver capito trattarsi di parco.

    • #56781
      Lunzo
      Partecipante

      azz che spuntoni!!

    • #56853
      JOR
      Partecipante

      Il futuro di molte attività praticate nel tempo libero per svago, ma che allo stesso tempo sono fonte di occupazione e introiti per altri, dovrà passare per forza per la consapevolezza del rispetto delle regole della civile e costruttiva convivenza e pagare in tutti i sensi per quello che si usa e si consuma, anche se l’ambiente naturale non è un supermercato, dove finito un prodotto si aspettano nuove scorte. Nella natura non c’è il 3×2. Un sentiero non può sostenere il passaggio di moto e altri mezzi a motore, ma non può ospitare neanche gare di MTB e gite a cavallo ripetute; lo stesso danno alla fine viene pure da un bel rifugio in quota che piano piano si trasforma in ristorante e meno lentamente la clientela abbandona lo scarpone e calzando il mocassino pretende di avere il bus (Jeep) navetta per raggiungerlo, poi magari ci scappa pure la funivia… il cacciatore ragiona solo a lepri e il pescatore solo a trote, l’ecologista non sente nessuno, ma a casa sua però col cavolo che spegne il riscaldamento!
      Non possiamo fare tutti insieme quello che ci pare quando ci pare dove ci pare.
      Chiediamo spazi definiti dove sfogarci,ma consapevoli che altri luoghi non bisogna sfiorarli neanche col pensiero.
      Quello che si legge in quel manifesto è delirante, ma probabilmente è il prodotto di azioni altrettanto sbagliate. Rispettiamo i parchi e l’ambiente in genere, forse diverrà più facile ottenere un regolamento della pratica del fuoristrada; è comunque un’argomento molto complesso,da liquidare con poche battute.Rimane la preoccupazione che si sta estremizzando ogni cosa , e si comunica sempre di più con violenza e non con la ragione.

    • #56858
      zivas
      Partecipante

      Hai ragione Jor, ma spesso la ragione di pochi conta più della volontà della maggioranza (vedi la caccia e gli interessi dei produttori di armi, quando la maggior parte degli italiani è contro).

      Comunque a casa mia d’inverno ci sono 15 gradi sempre! :-)))

      Gunny, è inutile che mi metto a discutere con te sulla caccia, tanto sai come la penso e io so come la pensi tu…posso solo dirti che da piccolo un mio zio mi portava a caccia e io non capivo bene l’entità del problema…poi lui prese coscienza e smise di andare e io con lui…non è mai troppo tardi (spero) per un ripensamento.

    • #56868
      Bierhoff
      Partecipante

      pienamente d’accordo con quanto detto da jor.

      per quanto riguarda la caccia dico da NON CACCIATORE che se si fa per procurarsi del cibo è più che legittima … se per “sport” si ammazzano passerotti o animali che non verranno mai mangiati, allora sono da mettere in galera.

      Andate a vedere come vive un fagiano in allevamento e come vengono trattati…

      CACCIA = PESCA ma contro i pescatori della domenica non si è mai detto niente

      IN OGNI CASO CI DEVE ESSERE DEL RISPETTO SEMPRE E PER TUTTI E TUTTO

    • #56883
      Scal
      Partecipante

      L’argomento Ecologia e ambiente nel suo insieme è articolato e difficle da gestire, soprattutto il probelma è che come tutti gli argomenti comlessi, c’è bisogno di equilibrio e di ascoltare tutte le parti in causa e di parlarsi. In questo momento viviamo i benefici della modernizzazione e cerchiamo di diminuirne i malefici. La spinta ecologista più intransigente, non ammette compromesso, ma credo che il compromesso sia alla base della convivenza.

      In ogni caso, la violenza fisica o le trappole che fanno rischiare la vita sono da perseguire con fermezza, salvo poi multare i motociclisti che non rispettano i divieti. Se si ammette questo tipo di intransigenza con risvolti “fisici”, poi si passerà ad ammettere le pulizie corporali, per un pensiero diverso, o per una religione o fede politica ……. sono discorsi già sentiti, l’ignoranza e l’abruttimento celebrale sono i padri dell’intolleranza e dell’intransigenza, ma molti italiani non vogliono porsi il problema …

    • #57055
      Peko
      Membro

      Ogni estremismo ha pessimi effetti… Peko

Visualizzazione 23 filoni di risposte
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.