9 e 10 Novembre 2002. Il motoclub bergamo annulla la 42esima edizione della cavalcata e allora non ci diamo per vinti, in fretta e furia ecco rganizzata la vampagna orobica!!! Ardua impresa, 2 giorni di freddo e senza bene di prima necessità. L’incontro avviene sabato mattina tra Theo, Harneck, Lu, Winno. Da brescia attraversando la Val Trompia raggiungiamo il lago d’iseo, ci portiamo sino all’estremità nord per raggiungere clusone e ridiscendere attraverso leffe nuovamente sul lavo in località Sovere. Il tempo ci accompagna alla grande, sole e neppure una nuvola e pure la temperatura sembra assestarsi verso i 10 gradi e la cosa è sicuramente positiva. Tappa di rigore per benzina e sostituzione fusibili ad harneck, che oramai spende più in fuse che in benza. Arriviamo sulla sponda ovest del lago e ci incontriamo con Fable. Un colpo di telefono al trio bolognese (MacelloCastello, Sceriffo, Cico), che verso le 15 doveva arrivare in zona con furgone e moto a seguito (nessuno è perfetto!!!). Via in fretta verso Credaro, sono già li ad aspettarci!!! Si scaricano le moto e parcheggiato il furgone la comitiva parte verso la baita che ci ospiterà per la notte. Tappa al supermarket per comprare vino e farina per la polenta, e poi via per uno sterrato impossibile!!! La strada inizia a salire asfaltata… all’improvviso un grande colpo!!! una botta e la moto comincia a vibrare!!! polvere, solo polvere… Siamo in sterrato!! Ma non uno sterrato qualsiasi… La strada diventa sempre più ripida e lo sterrato si trasforma in pietraia. Il mio vara pare comportarsi bene, ma la fatica per contrastare le razioni improvvise del manubrio si sente!!! Sono in piedi sulle pedane e davanti a me sceriffo… mi pare agitato… la sua VStrom prima di qualsiasi protezione corre verso il suo destino!!! Iniziano i primi tornanti, l’ S/T oramai sulle tele offre un grip praticamente nullo, tutta in seconda con il retrotreno che derapa e non sta dove voglio arriviamo tutti a un punto sosta… Prime impressioni e foto di rito… poi si riparte immediatamente. Qui deciderò di lasciare il gruppo all’avventura in cambio di una tranquilla salita a passo d’uomo per evitare danni! Finalmente arriviamo alla baita! Luce zero. Acqua Zero. Telefoni Zero. Riscaldamento Zero. uniche fonti di energia una bombola del gas finita e della legna. Si prepara la cena a base di Castrato by macello, polenta e un ragu fatto da Miriam come pochi possono avere!!! E alle 18.30 col tramonto siamo già a tavola. La serata passa tra i rutti di Fable, le renze di winno e cagate varie.


L’indomani ci si alza di buon ora, si sistema il tutto. e si parte verso la valle per il tour domenicale. Winno se ne va, ha un mega pranzo di famiglia a cui non deve rinunciare. Arrivati a bergamo incontriamo Zio! Grande Zio! si parte per un 150 Km orobici che ci porteranno a Lecco. La strada molto pulita offre un gran grip ed ecco sceriffo dare il meglio di sè. Sosta per un test collettivo della VStrome impressioni d’uso per arrivare al culmine SPietro per il pranzo. Il rientro ve lo risparmio… la fine è sempre triste da ricordare… Appuntamento alla prossima!!!


Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.