e casino è stato!!!!


Partito giovedi 23 subito dopo l’ufficio in direzione “casa della fidanzata di Ultimo”, dove ad attendermi c’era Ultimo, Diabolik e Mary (la fidanzata di Massi). Dopo i convenevoli noi tre maschietti siamo ripartiti subito alla volta dell’agriturismo Staffoli, un casolare immerso nelle crete senesi. Il tempo di cambiarsi e via in pizzeria dove ci siamo mangiati 4 pizze 🙂

Il mattino seguente, colazione a casa della mamma di Ultimo e poi via verso il passo Raticosa a recuperare Friduk che si è fatto trovare a Barberino, dopo aver oltrepassato la “tempesta perfetta” sul Passo e, appena recuperato, via a Bolsena per recuperare Bierhoff e Decibel….ovviamente tutto ciò utilizzando il nostro navigatore per eccellenza: Diabolik e il suo tomtomrider con l’opzione “strade tortuose” sempre attiva (della serie 2,5ore da Siena a Barberino del Mugello).

Qualche siparietto comico di Decibel, o meglio nessun siparietto…è proprio comico lui visto che si è presentato imbacuccato come se dovesse andare a CapoNord nella stagione delle nevi ahahahah (ricordiamoci sempre che prima o poi andrà all’elefantentreffen).

Verso le 18.30 eravamo tutti nella piazzetta di Bolsena e percorrendo a ritroso la vecchia cara Cassia, verso le 20.30 eravamo tutti al casolare, eccetto io e Ultimo che siamo andati a recuperare i viveri commissionati a sua mamma. E qui: Stella Alpina docet!

Valigia di sinistra carica di pane, costoline, salsiccia e bistecche…valigia di destra vino acqua e grappa…e sopra il portapacchi la cesta con la legna da ardere. Eleanor non si è tirata certo indietro.

Arrivati allo Staffoli Friduk e Diabolik si sono messi ad accendere il fuoco (tra noi sono gli unici che hanno il camino in casa)..peccato però che uno diceva il contrario dell’altro. Una risata dietro l’altra. Ad ogni modo tra pezzi di carne che cadevano per terra in mezzo ai ragni e alla polvere, risse per accaparrarsi il pane abbrustolito e tante altre peculiarità che non vi sto a raccontare….arriviamo verso le 2 di notte con le bottiglie di vino finite, la carne vaporizzata, il pane scomparso, il pavimento completamente unto e l’atmosfera che per il 90% era composta da fumo di camino. Spettacolo!

E’ in quel momento che riempita di grappa la ciotola dove avevo mangiato il gelato poco prima, ci siamo messi in cerchio brindando alla nostra splendida amicizia bevendo a turno in questa improvvisata “brocca dell’amicizia”. Bellissimo momento.

A quel punto decibello a sorpreso tutti donandoci delle sue foto autografate con dedica che lo ritraevano in alcuni momenti topici dei NetCasinisti….pensiero graditissimo. Subito dopo ci ha invece consegnato le nostre magliettine…e anche qui risate a go go.

Venuto il momento di andare a letto…il mattino dopo ci alziamo con molta calma, chi si doccia cercando invano di svegliarsi un po di più, chi si lava dodici volte i denti cercando invano di allontanare il topo morto dalla bocca e chi se ne sta beato ancora a letto (ovviamente parlo del VIP). Al momento di partire Friduk si accorge della gomma forata: cazzo finalmente posso usare il mio kit acquistato per la Slovenia. Soccia è una figata…compressorino elettrico collegato allo spinotto e via…taaaaaac in due minuti a portato la gomma in pressione e taaaac via dal gommarolo.

Ci ritroviamo tutti a far colazione dalla mamma di Massi (che oramai ci aveva adottato) per poi ripartire con uno sprazzo di sole alla volta di Montalcino. Giro gradevole ma il freddo e la pioggia l’hanno reso un po palloso…evabbè..tanto sapevamo che il meteo era così. Ci incastriamo dentro un osteria e via con un buon piatto di pasta.

Al rientro il meteo è stato piuttosto clemente, tanto che 4 pirloni (io, Bierhoff, Friduk e Diabolik) hanno deciso di andare a fare un po di off nelle stradine vicine….che spettacolo! ci divertiamo poi con poco.

Al nostro rientro….c’è il VIP che dormiva mentre Massi era andato a prendere la macchina per poi venirci a raccattare per andare a cena dalla mamma. Iniziamo a lavarci e prepararci quando alla porta si presenta il Panko!!! miticooooo….anche se in macchina.

La serata trascorre in allegria facendo gli scherzi telefonici alle nostre fidanzate e tante chiacchere tra noi.

Arrivati al mattino seguente, salutiamo il Panko che se ne ritorna verso casina, Bierhoff e Decibel che dopo colazione sono ripartiti verso sud e ci incamminiamo verso San Piero in Bagno alla nostra solita baracchina per una sana piadina. Di li, io e Friduk abbiamo scortato i due toscani fino ad una decina di km dal passo del muraglione poi abbiamo fatto dietrofront per non prendere la bussata d’acqua che si vedeva arrivare :-)))) A quel punto abbiamo tagliato per le varie vallate dei nostri sempreverdi appennini fino ad arrivare a casa verso le 20 di sera.

 

 

L’amicizia è proprio bella…

 

Di seguito i link agli album delle foto:

 

quelle di Ultimo

 

quelle di Bierhoff

 

quelle di Dancer

 

 

e qui invece…ci sono condensati i momenti più belli in 3 minuti di video

http://youtu.be/uCgP_QX_7wo


0 commenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.