…dal post di Ric55: “”


1° giorno – giovedi 5 maggio


Sbarco nel delirio del traffico palermitano,per fortuna ci attende Niki che dopo colazione,ci porta all’imbocco dell’autostrada per Catania-usciamo a S.Agata Militello e saliamo a portella Femmina Morta 1524 mt. nel parco dei M.ti Nebrodi strada bella e verde lussureggiante- pranzetto a S.Teodoro-Cesaro- Bronte con acquisto di pistacchi-Randazzo-Francavilla di Sicilia- Gole dell’Alcantara ( splendide)-Calatabiano.





2° giorno – venerdì 6 maggio


Salita all’Etna ” la montagna”-Linguaglossa-Strada Mareneve fino alla piana Provenzana bella e molto guidabile con neve sul monte e contrasto di vecchie colate ai lati- si scende nella nebbiolina a Zafferana e si torna a salire fino al Rifugio Sapienza dove la visibilità è zero, fa molto freddo e non si possono fare escursioni in quota – scendiamo a Nicolosi-Belpasso-Misterbianco-autostrada fino a Siracusa e visita serale della splendida Ortigia.





3° giorno – sabato 7 maggio



Visita al parco archeologico Anfiteatro romano,teatro Greco ed Orecchio di Dionisio (vero Lupo?…)- poi Avola- Noto che come Ortigia è patrimonio dell’umanità dell’Unesco e merita veramente la visita- scendiamo verso la costa fino all’Oasi di Vendicari che visitiamo -poi Marzamemi- Porto Palo Capo Passero e Isola delle Correnti – Pachino-Ispica-Pozzallo Punta Secca ( casa di Montalbano).





4° giorno – domenica 8 maggio



Ci consigliano Scicli ed è veramente un gioiello barocco e dove si girano molte scene sempre di Montalbano- poi strada bella per Modica….notevole,con acquisto del famoso cioccolato- saliamo velocemente a Chiaramonte Gulfi dove si santifica il porco e a noi non sembra giusto sottrarsi all’usanza- bello il trasferimento a Ragusa dove visitiamo l’antica Ibla e po torniamo a Punta Secca dove al tramonto emerge dall’acqua un sirenetto…





5° giorno
lunedì 9 maggio


Caltagirone attraversamento della parte antica con saliscendi strettissimi su lastroni lavici molto scivolosi,ma un pò d’avventura non guasta- P.zza Armerina con visita alla Villa Imperiale Romana del Casale purtroppo aperta al pubblico solo in minima parte- saliamo per Barrafranca verso Caltanissetta e prendiamo l’autostrada per Palermo e poi per Trapani- usciamo a Castellamare del Golfo





6° giorno – martedì 10 maggio



Ci portiamo velocemente ad Erice ( splendida),dove un vento gelido ci accompagna nella visita del borgo- torniamo indietro e deviamo per S.Vito lo Capo dove il vento porta spettacolari onde sulla sabbia bianca e sulle rocce del faro- ci portiamo poi a Scopello alta ed ai faraglioni dove è anche la vecchia tonnara e lo scorcio è bellissimo- si vola verso Palermo dove ancora nel caos totale ci aspetta Niki ( GRAZIE DI CUORE ),che dopo un buon gelato ci conduce al porto dove io,Ciri;Lupo e Vindea ci imbarchiamo e le ragazze restano ancora un pò.





7° giorno – mercoledì 11 maggio



Sbarcati a Civitavecchia con 2 ore di ritardo,decidiamo lo stesso di non fare solo schifo strada,e ci portiamo a Castiglion della Pescaia dove consumiamo un frugale……pranzo e poi ci portiamo a Cecina e deviamo nell’entroterra toscano fino a Volterra – Colle Val d’Elsa-Firenze e autostrada per Bologna nei pressi della quale salutiamo i trentini e arriviamo a casa.





Come detto la Sicilia merita veramente,io e Lupo abbiamo percorso poco più di 2500 km., alcune strade sono molto belle anche per la guida,ma molte hanno


ancora fondo scivoloso e dissestato,le autostrade NON sono a pagamento se non un tratto della Palermo-Catania, in alcuni punti,pochi però,abbiamo avuto piccoli problemi con le indicazioni,ma qui la gente se ti vede in difficoltà ti accompagna a destinazione.


Per quanto riguarda l’enogastronomia c’è qualcuno più adatto di me a parlarne…””





(By Ciri, Ric55)

Categorie: Incontri 2011

0 commenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.