Da
sempre desideroso di percorrere le mitiche strade alpine del Tour , ho
voluto percorrerle seguendo l’itinerario della route des grandes alps !!! 

 
 

1°)
tappa: Bologna – ausiers    

 Usciti
dall’autostrada a Fossano, poi statale fino a Vinadio per sconfinare in
Francia attraverso il Col de la Lombarde mt 2350….. 
finalmente le montagne vere !!!!!! purtroppo troppo deturpate dalla edilizia
x il turismo invernale…. meno male che sono solo gli enduristi a rovinare
la natura….. Discesa fino a Isola, dove inizia la vera Route  la D205 e la
D64 che ci porteranno in cielo !!!!Col de la Bonette mt 2802….
una sensazione incredibile ci sorprende… siamo più alti delle montagne
attorno!!!!!
La salita è lunghissima , la v
egetazione
si dirada fino a lasciare spazio solo

alla nu
da roccia …. crediamo di
essere sulla luna !!!! Bellissima anche la discesona che ci porta a Jausiers
dove decidiamo di

sostare per la notte.

 

 2°)
tappa: Jausiers-Beaufort 

 Partiamo
di buon’ ora e, percorrendo la D902, attraversiamo il Col de Vars mt
2109
  e cominciamo una salita motociclisticamente esaltante e
turisticamente mozzafiato che ci po
rterà
al Col d’Izoard mt 2360 …..
Sia la salita che la discesa evocano alla mente


imprese
ciclistiche memorabili….. Probabilmente è una delle strade più belle che
abbia mai percorso !!!! Da Briançon la N91 , attraversando una splendida
valle, ci accompagna fino al Col de La
utaret
mt 2058.
 Purtroppo 2 curve
prima del colle un’ambulanza stava prestando soccorso ad un motociclista
italiano che , cadendo, era finito a sbattere contro il parapetto in
cemento… Muoveva le braccia ed era in compagnia … U
na
piccola sosta

“rilassante” nel parcheggio del colle ci permette di gustare il meravigliosi
ghiacciai de la Girose e de la Meije . Riprendiamo la D902 per arrivare al
Col de Galibier mt 2646 ….Sembra di toccare il cielo.!!!!!!
Scendiamo all’ incrocio c
on la  N
6 per poi percorrerla fino al Col de Mont Cenis mt 2084 , dove
decidiamo di sgranocchiare qualcosa godendo

della deliziosa vista dell’ omonimo lago
e dei monti innevati !!!!

Sendiamo
per la stess
a
strada, che tra l’altro invita tantissimo alla gu
ida
sportiva anche un fermone come
me
,
per poi riprendere la D902
direzione Tignes. Ancora una volta il panorama ca
mbia….come
per l’Izoard e la Bonette il mondo in
torno
a noi diventa solo dura roccia e friabile pietra…. Arriviamo al  Col
de l’Iseran mt 2764
!!!!!!!!!!  Strada fantastica e panorami
che crediam
o
irripetibili,
ma….. il meglio arriverà più avanti…. Proseguiamo la D902 fino a Buorg

St

Maurice
dove pren
diamo
per
Beaufort. Scollinato il
Cor
net de
Rosélend mt
1963 a
rriviamo
, stanchi ma en
tusiasti per
quello che il bu
on Dio ci ha
donato, a Beaufort dove passiamo la notte .

 

 

 

3°)
tappa: Beaufort -Genève

 Decidiamo
di fare tappa a Genève (Ginevra) essendo una città che non abbiamo mai
visto, pertanto proseguiamo la Route fino alla sua meta finale Thonon les
bains  attraversando il Col de Saisies mt 1650 , il Col
des Aravis mt 1486
, il Col de la Colombière mt 1613 e
il Col de
s
Gets
…. Passi o colli minori come altezza, ma piacevolissimi da pe
rcorrere.
Lungo la strada sbaglio percorso e il caso , o fortuna, ci porta al
Col du Joli mt 1989. 
E’ una strada stretta , molto lenta e, lo
scopriremo alla vetta, senza uscita!!! Ma l
a
visione  che ci offre arrivati in cima è uno spettacolo…. sembra di essere
arrivati su di un palcoscenico… E l’intrattenitore di turno ci dice:
signore e signori ecco a voi il Re…. Le Mont blanc !!!!!
A Thonon la “mitica” D902 finisce…. la Route des grands alps è
fatta…. ora inizia una nuova avventura ….. i laghi ed i passi della
rigogliosissima Svizzera!!!!!!

4°)tappa:Genève-
Brienz

           

Dopo
una serata ed una mattinata trascorse a passeggiare per Genève , riprendiamo
la lenta ma affidabilissima Transalp (motina) per avvicinarci ai famosissimi
passi svizzeri…. Il percorso viene deciso dalla strepitosa nonché
ineguagliabile Zavorrina Miriam, che si esibirà , da ora in avanti, in
“perfetto & preziosissimo navigatore” rendendo inutile l’acquisto di un
satellitare !!!!!!!!!!! Costeggiamo il Lac Leman fino alla località Vevèy.
Il percorso ci offre la possibilità di vedere e gustare della bellissima
campagna , dove le coltivazioni di vigna sembrano essere “pettinate” dal
gran che sono ordinate!!!! Seguiamo una scorrevolissima strada minore fino 
a  Thun, sull’omonimo lago, dove percorriamo la strada panoramica fino a
Brienz , luogo in cui trascorreremo le due prossime notti.

 5°)tappa
:Brienz-Brienz

 Abbiamo
deciso di passare 2 notti in questa piccolissima cittadina perchè vogliamo
fare un g
iro senza le
laterali…. Ci svegliamo al mattino e le nubi , cariche di pioggia, non ci
tolgono entusiasmo…siamo in una
zona del mondo bellissima e niente ci im
pedirà
di poter godere di tanta bell
ezza
!!!!!!! Da Brienz , percorrendo le strade 6 e 11 in direzione

Sustenpass mt2259   inizia q
uella
che sarà una giornata indimenticabile per i nostri occhi ed i nostri
cuori!!!! Lo Susten è incredibile tanto è bello…. cascate, ghiacciai,
colori incantevoli nonostante , o per fortuna, la leggerissima pioggia che a
tratti cade. E’ , come le a
ltre
che faremo oggi, una strada bella ma molto pericolosa…. non ci son
guard-rail ma solo fittoni in ceme
nto
a separarci dai burroni…. Scendiamo dal “paradiso” seguendo le

indicazioni per il Passo del Gottardo mt 2108 e decidiamo di
svalicarlo seguendo la
vecchia
strada della diligenza postale….. una strada lastric
ata
di porfido…. molto bella ed affascinante quanto pericolosa…. specie in
discesa con la pioggia….. In località Airolo prendiamo la 11-5 direzione
Gletsch, questo ci permette di poter gioire, nonostante il clima non
ottimale, della
visione del
Nufenenpass mt 2478
!!!!!!!!!!!   Arrivati
a valle dopo una

discesa molto impegnativa sul bagnato, prendiamo direzione nord verso
Grimselpass mt 2165
. La strada è meravigliosa e , in alcuni tratti,
affianca la ferrovia a cremagliera che port
a
al Furkapass. E’ una strada che invita ad una guida sportiva… ma una
sagoma grandezza naturale raffigurante un motociclista con al fianco 2006 ,
una croce e il numero 69 fa togliere la mano dal gas….Bellissima
l’immagine al bivio fra il Furka  il Grimsel….. due

biscioni di tornanti si ergon
o in
direzioni opposte…. una meraviglia!!! Saliamo, con ansia, i tornanti che
ci porteranno allo Grimselpass…. dietro all’ultimo si apre un parcheggio
dove
sono state posizionate
sculture moderne raffiguranti il mondo della moto.
 U
n
particolare prima ci attrae
ma
poi ci rattrista ….. ci sono animali in gabbia…. marmotte .. gufi
meravigliosi… orsetti lavatori (procioni)…. Svalicato il passo un mondo
irreale si affaccia

davanti a noi….2 laghi artificiali sormontati da montagne colorate di un
verde innaturale…. sembra di essere sbarcati su un altro pianeta !!!! S
cendiamo
a valle schi
vando
per

pochissimo
un fortissimo temporale. Che giornata meravigliosa…. e che gi
oia
averla c
ondiviso con la donna a
me più cara al mondo !!!!!

 

 

 

 6) tappa :
Brienz-Bologna

 Il
meteo è terribile… anche le previsioni per il domani non lasciano nessuna
certezza…. dobbiamo rientrare al più presto e andare verso sud-ovest!!! Il
percorso che prevedeva il Furkapass e lo Splugenpass viene annullato,
passeremo per il Grimsellpass e il Sempione e scenderemo verso casa
costeggiando il lago Maggiore fino all’autostrada che noiosissimamente ci
porterà a Casa  senza peraltro toglierci l’immenso piacere che, ancora una
volta, le Alpi ci hanno dato.

Grazie a Dio siamo
mototuristi !!!!!

 


Miriam&Antonio(macello)


0 commenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.