Scal:


Arrivati anche noi (io ed Angie) a casa per pranzo, finalmente abbiamo visto un pezzo di quell’appennino con un po di sole …. vale la pena di ritornarci. 2 giorni di moto, il secondo 140 Km tra pioggerella e nebbia … la TA (e Angie) sono andate bene come sempre, tanti pezzi di appennino condivisi ora con un gruppetto ora con un altro. I motivi trainanti … un Giampa scatenato che non si arrende nemmeno alle intemperie …. Tanti GS nuovi da far venire l’acquolina al conto corrente (che però soffre troippo), poi è arrivato Jor con una signorina grigia scura opaca, mamma mia L’adventure della KTM da l’idea di una ignoranza essenziale …. mi intriga da matti, ma c’è sempre il conto corrente che mi parla di 2 figlie all’università e la casa da sistemare …ecc….


LA motina indurita nelle sospensioni va vene e le Anakeen si mangiano anche il viscido. Tre ragazze in moto (alla guida) sono un bello spettacolo: ora ci vuole che il meteo prenda il ritmo con i fine settimana con il sole e non il contrario. Grazie a tutti per la compagnia e a Giampa per l’organizzazione.





Macello:


Due giorni stupendi in ottima compagnia coma tradizione vuole !!!


circa 650 km abbondanti di puro appennino !!! (solo 50 di sardostrada)


anche questa volta abbiamo conosciuto un nuovo net “SBANDERNO” che si è presentato benissimo con una boccia di ottimo nocino !!!


tante motine nuove e ben 3 donzelle alla guida !! (mamma mia quanto spingono !! )


sempre come la tradizione vuole GIAMPA è stato eccellente… è riuscito anche a trovare un ombrello nel bosco!!!


un abbraccio ed un bacio superspeciale ai MAGHI !!!!


A PRESTO FRATELLINI !!!!

Giampa:


Come una bella donna e un pò presuntuosa ,l’appennino non si è voluto mostrare in tutta la sua intrigante bellezza….o forse è solo perchè non si è voluto spogliare per ripararsi dal freddo delle sue cime ancora imbiancate. Ci è voluto apparire in modo sensuale tra i veli delle sue nebbie,ci ha mostrato il suo alito,il suo sudore,i suoi profumi,e ci ha allontanati con la voglia di una prossima volta.


Quando penso ad un giro in moto,non lo faccio mai per il solo gusto di guidare, ma oltre al piacere della guida vi devo associare il gusto di farlo in una bella strada, magari sperduta,con bei paesini da attraversare e belle cime da esplorare, non importa se sia stretta, piena di buche o di fango,o se devo faticare per conquistarla;anzi più la scoperta di un bel posto mi ha reso stanco e più ne avrò un ricordo permanente. Spero in questi giorni di aver condiviso questa filosofia con voi tutti.


Un saluto particolare va a Sbanderno che non ho potuto farlo di persona e un grazie per il nocino,a BK che ci è apparso ma poi ci ha bidonati ma ci saranno nuove occasioni per nuovi giri,a bruno marmitta che è un “SEGAIOLO”,e a tutti i net che hanno partecipato ed a quelli che avrebbero voluto,e che sono la linfa vitale di questo sito e di nuovi incontri e amicizie.


Un ringraziamento invece per le belle ragazze della Foresteria che ci hanno accolti con tutta la loro simpatia ed ai ragazzi/e di Lagdei che ci hanno letteralmente ingozzati di cibo (vero ciri?).


ALLA PRSSIMA EDIZIONE DEI 100 LAGHI.





Jor:


Mi scuso, per non aver potuto salutarvi tutti, ma mi veniva troppo tardi per salire fino all’Abetone (moto + sci : il massimo), così a Bagnone ho preso per Aulla e son riuscito ad avere un po di sole, bellissima la Garfagnana dalla foce dei Carpinelli con la vista esagerata sulle pareti delle Apuane, e a nord le cime del crinale che andavano via via emergendo dalle nubi, ma dopo l’ultimo scollinamento al passo Radici, nebbia bagnata fino a Fiumalbo !!


Bellissimo giro, 445 km di curve, breve test di sterrato per la kappa, con relativa infangata insieme a Theo-Manu, Dancer e Bibe, ma devo ringraziare Giampa per avermi fatto scoprire una delle strade più belle dell’appennino: la risalita al Lagastrello con sullo sfondo le pareti dei groppi di Camporaghena, su una carreggiata tanto larga che i due testoni del GS di Theo la occupavano per buona parte :))


Peccato per il tempo, ma tanto ormai ci siamo abituati.


il giorno dopo prima di tornare a valle, 3 ore di sci su un fondo di granita !!


Grazie a tutti voi e alla prossima !






Bierhoff:


da ricordare 2 cose che rimarranno nella storia:


Ultimo affacciato alla finestra insieme a Ilaria vede arrivare un caponord insieme al gruppo bolognese. Lo saluta e gli urla a brutto muso:


“Ehi tu chi sei? fatti riconoscere”.


e lui con una voce timida e impaurita:


“Mha! in realtà sono nuovo”


e Ultimo con tono da cane bastonato che ha appena fatto una figura barbina:


“Ah! … e noi siamo quelli simpatici”


E questo è stato il primo approccio di Sbanderno con i NetRaiders πŸ™‚


Sempre Ultimo durante una sosta del giro di domenica mentre era intento ad una sua solita telefonata con quella santa donna di Giuly in un dialetto senese riconoscibile anche da uno straniero le dice:


“Ma in realtà io non so neanche in che regione sono!!!”


e una persona del posto che passava di lì:


“In Toscana!!!” e gli mancava solo da aggiungere “GRULLO” :))))





Dancer:


Ma chissenefrega del tempo…l’importante è godersela come abbiamo fatto.


Giampa è un grande e ancor di più la sua interminabile dispensa: ogni volta che il raduno inizia da casa di Giampa chissaperchè si parte sempre con la pancia modello maga πŸ™‚


Il paesaggio inutile elogiarlo…per la maggior parte del tempo abbiamo visto tutto in moncromatico.


I ricordi:


– la partenza, è sempre emozionante iniziare un raduno net


– vedere bierhoff che consiglia ad Aria come impostare le famigerate curve in discesa


– la camerata, inegualibili i compagni di stanza


– le gag di ultimo, a sto giro aveva prorpio sconnesso il cervello (Giuly fallo ripiglià)


– gli occhi di Theo e Bierhoff sui nuovi GS in mezzo al paciugo, erano come bambini alle giostre


– vedere il primo zavorrone net, grande Lu


– i tormentoni della sera, “Sette Bum” e i racconti interettivi del Mago “Gatto Mammone” e “non mi ricordo come si chiama ma alla fine si prendeva per il culo bierhoff”


– la Maga col pancione


– altri net che ci raggiungono la domenica per non prendere l’acqua il sabato, ah…ah…st’altra volte potevate venire anche di sabato


– Ultimo quando si accorge che stanno facendo qualcosa alla suo moto e dice mentre lo tengo per un braccio: “no vi prego menate me ma lasciate stare la moto”, ma poi i suoi occhi si illuminano dalle risa per vedere i suoi nuovi stemmini antifurto della “Stouratech”


– io che pinzo l’anteriore su uno sterratino bagnato in discesa…elogio ai paracarena della touretech


– i milanesi che dicono no al vino e bevono dell’acqua (ovviamente dopo qualche bottiglia di vino)


– il nuovo net sbanderno, anche se non saprei nemmeno riconoscerlo (ma te lo sei mai tolto il casco?) posso assicurarti che la boccia di nocino è stata gradita…sopratutto dai nottambuli aria, friduck, bibe, ultimo e bierhoff


– bibe che prova a dire una cosa seria ma tutti parlano d’altro


– bierhoff con gli ormoni mossi…era da vederlo


– macello che prova di dormire ma…sfiga per lui in camera c’erano i nottambuli


– la sveglia mattiniera e bastarda da parte dei net assediati durante la notte dai nottambuli


– la faccia di bierhoff quando entra in bagno dopo che ci siamo passati Ultimo, io e Aria….la cosa positiva, ha detto, è che almeno la ciambella era calda con questo spero di aver fatto pentire a chiunque di non essere venuto.


Il clima non è indispensabile…i net si



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.