Tutta colpa di Bibe… Esiste un posto nascosto tra la Val Camonica e l’alta Val Seriana che non conoscevo. Un bel giorno un milanese voglioso di polvere posta nel forum un link a un itinerario fuoristradistico che al momento viene lasciato al suo destino. La gran parte dei Net si trova a Roma per il grande incontro. Fable da buon Bas@@@do posta un invito per la via del sale. Insomma di fronte a tutto questo non si rimane di certo indifferenti! Una telefonata al buon Harneck anche lui a casa, e una rapida ricerca del vecchio post di Bibendum e tutto è organizzato! Sabato mattina si parte in due (Theo e Harneck a bordo le Giessone e Kappone) alla scoperta del Passo Campelli! La strada la individuiamo nei pressi di Omo San Pietro vicino a Ceto e comincia a salire molto ripida con tratti cementati e tratti sterrati, comunque abbastanza accidentata. Il percorso ci porta ai 1900 metri del passo con la parte finale tutta sterrata. Il Kappone vola letteralmente sulle buche come una libellula mentre io cerco di non pensare alle botte che stò dando ai cerchi e al telelever che non assorbe una mazza! Salgo piano tra la nebbia sentendo ogni tanto davanti a me un Buuu buuu sempre più lontano del mostro blu arancio che si trova nel suo ambiente naturale! Qualche improvvisata decisione di fronta alla carta topografica della kompass per capire che deviazioni prendere e alla fine la conquista della vetta!


Siamo al Passo! Ora ci toccherà la discesa che ci porterà qualche tornante sotto al passo del Vivione. Per chi c’è stato si sbuca dove c’è il tornante con la baracca rossa che fa da mangiare (coi net qualche volta mi sono fermato). Qui viene il dramma! avevo letto che la discesa era impegnativa… Bhè sono praticamente 300 metri di dislivello che corrono con tratti ripidi completamente smossi, pietraia totale e devo dire che ho veramente sudato freddo!! Non ho neppure delle foto di questi tratti quanta era la tensione per superarli indenne assieme alla moto! Ovviamente Harneck dopo averli affrontati come se avesse un monocilindrico in una gara di enduro col kappone a ruota posteriore bloccata strusciando giù per la pietraia mi aspettava ridendo!!! (E pensare che è stata mia l’idea di ficcarmi in questo casino con un GS quando ho un XR a casa che non uso!!!). Bhè alla fine la soddisfazione è grande e il giro ha meritato veramente. Personalmente ritengo azzardata la discesa finale ma ormai è fatta! PS: x Bibe: la prossima volta che posti itinerari di questo tipo mando te a vedere come è!!! 🙂


0 commenti

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.